Home

Benvenuti in traumatologiadellosport.it

LA TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT DURANTE L’ACCRESCIMENTO DELLO SCHELETRO

La partecipazione dei bambini e degli adolescenti a sport individuali o di squadra è in continua espansione. Molti giovani atleti sono sottoposti ad intensi e pesanti programmi di allenamento già dopo i primi 10 anni di età e vengono poi coinvolti per anni in competizioni ad alto livello. Questo è purtroppo dovuto alla convinzione che, per arrivare ad alti traguardi il più precocemente possibile, sono fondamentali intensi programmi di allenamento prima della pubertà, molto spesso di intensità o struttura simile a quella degli adulti.

Anche se a tott’oggi non è ancora noto con esattezza il rischio reale di lesioni da sovraccarico nei giovani atleti, molti lavori scientifici hanno dimostrato che, nonostante l’attività sportiva in giovane età offra indubbi benefici, quando l’intensità diventa eccessiva, aumenta la possibilità di lesioni organiche spesso a carico dell’apparato muscolo-scheletrico. Studi sperimentali nell’animale in accrescimento hanno mostrato che i programmi di allenamento leggero stimolano la crescita ossea, mentre gli allenamenti pesanti la inibiscono. Studi epidemiologici recenti hanno mostrato che, in un anno, il 3-11% dei giovani in età scolare riportano lesioni a seguito di attività sportive.

Nonostante la paucità dei dati in letteratura, da anni stiamo raccogliendo dati e proponendo metodiche per una valutazione delle strategie di prevenzione per ridurre i traumi correlati allo sport nella popolazione adolescenziale. L’integrazione delle conoscenze e dei nuovi progetti di ricerca nel campo delle scienze di base, di laboratorio e di dati epidemiologici è risultata determinante per la valutazione dei meccanismi associati con i traumi e la prevenzione di essi nello sport praticato in età evolutiva.